Company Logo

Accadde oggi ...

L'ITALIA NELLA STORIA

* 24 maggio 1915: l'Italia entra nella Prima guerra mondiale a fianco della Francia e della Gran Bretagna.

* 24 maggio 1928: Umberto Nobile con il dirigibile Italia raggiunge per la seconda volta il Polo Nord.

* 24 maggio 1941: durante la Seconda guerra mondiale al largo di Siracusa gli inglesi affondano la nave italiana Conte Rosso provocando 2300 morti.

INCIPIT L'inizio di ...

La Cripta dei Cappuccini

di Joseph Roth

(Ucraina 1894-1939)

Il nostro nome è Trotta. La nostra casata è originaria di Sipolje, in Slovenia. Casata, dico; perché noi non siamo una famiglia. Sipolje non esiste più, da tempo ormai. Oggi, insieme con parecchi comuni limitrofi, forma un centro più grosso. Si sa, è la volontà dei tempi. Gli uomini non sanno stare soli. Si uniscono in assurdi aggruppamenti, e soli non sanno stare neanche i villaggi. Nascono così entità assurde…

Lieve come il vento

Era fragile come un filo d’erba delle sue montagne e candido come un bambino. Tutto il contrario del nome che gli era stato imposto al battesimo e che nell’originale nordico lo indicava come “potente in battaglia”. Riziero toccava sì e no il metro e venti di altezza. Girava per la città come una nuvola bianca e … - LEGGI TUTTO

Grandi eventi

Volti del Made in Italy

Brevi annunci gratuiti

Support «Italia Italy»

 

 

 

Un lungo e quotidiano impegno per donare un futuro diverso ai bambini affetti dalla Sindrome di Angelman. L’Italia della solidarietà, fra i mille volti, ha anche quello dell’associazione di volontari che si occupano dei piccoli che non possono parlare, hanno difficoltà a camminare, apprendono con molta difficoltà, soffrono di epilessia, spesso non riescono a dormire, hanno perciò bisogno di assistenza continua. Il loro destino può cambiare e le speranze crescono con la ricerca. Recenti scoperte alimentano concrete ...

prospettive di possibili terapie per i malati, ma occorre vincere la sfida contro il tempo e sostenere le nuove vie della ricerca. Ogni giorno nel mondo nasce un bimbo con la Sindrome di Angelman, una malattia genetica rara correlata a una alterazione del gene UBE3A situato sul cromosoma 15, nella maggior parte non ereditaria, che colpisce un bimbo ogni 12-15mila nati. I bambini appaiono sani alla nascita. La malattia si manifesta intorno ai sei mesi con disturbi della alimentazione, ipotonia e ritardo dello sviluppo. Nel dramma che le coinvolge le famiglie un sostegno importante è dato dalla Associazione Angelman, una onlus nata nel 2011 con l’obiettivo di trovare cure idonee per questa malattia rara, sostenendo la ricerca e finanziando gli studi più promettenti. «La nostra attività - spiega il presidente Luca Patelli - si fonda sul contributo dei volontari, di associazioni e aziende partner e dei benefattori che ogni giorno ci aiutano a far progredire la ricerca scientifica e a rendere la cura più vicina».

Molte le iniziative promosse per la raccolta di fondi, dalla realizzazione di gadget, bomboniere e prodotti solidali alla partecipazione a manifestazioni culturali e sportive, come la recente Sarnico-lovere Run, la corsa del lago d’Iseo. Il ricavato delle iniziative e le donazioni vengono interamente destinati alla ricerca scientifica sulla Sindrome di Angelman ovunque essa si realizzi. I progetti più promettenti vengono vagliati insieme al Comitato scientifico permanente dell’Associazione che aiuta a scegliere i beneficiari delle elargizioni.

Tutto il ricavato dell’Associazione Angelman viene devoluto alla ricerca, che può essere sostenuta con la donazione del 5 per mille in occasione della prossima dichiarazione dei redditi (Codice fiscale: 03809260163), con un bonifico bancario (Iban: IT 31 W 05216 54910 00000000 8000) o con Paypal tramite il sito www.associazioneangelman.it. Le donazioni sono detraibili a fini fiscali.Un piccolo gesto per un grande progetto. (F.d’A.)

Nella foto: volontarie di Angelman alla Sarnico-Lovere Run, la corsa del lago d’Iseo. (Clicca sull'immagine per ingrandirla)

"Italia Italy" post

«Il mondo non sarà distrutto dai malvagi, ma da coloro che restano a guardarli senza fare niente». (Albert Einstein, fisico, Ulma-Germania 1879-1955)

EXPLICIT La fine di ...

Abbi cura di me

di Simone Cristicchi

(Roma 1977-*)

… È bello essere al modo, pensa Simone mentre accarezza senza toccarla la sua immagine e quella di Stefano, tenendo uniti, nel filo delle sue mani, finito e infinito.

È un momento da fermare, e in cui fermarsi. È un respiro di assoluto.

Non siamo soli. Mai lo saremo.

Esiste una casa, un senso, una scintilla, un amore. Esiste per tutti. Esiste per sempre.

Adesso apri lentamente gli occhi / E stammi vicino / Perché mi trema la voce / Come se fossi un bambino. / Ma oltre l’ultimo giorno / In cui potrò respirare / Tu stringimi forte / E non lasciarmi andare / Abbi cura di me.

«Calabria ribelle»

Un luogo comune vuole che in Calabria la Storia sia sempre di passaggio. Per smentire questo luogo comune è nata l’idea dell’antologia storica Calabria guerriera e ribelle, di Giampiero Mele con contributi di Felice Vinci, Gianfranco Confessore e Oreste Parise.Annibale, Spartaco erano andati in ... - LEGGI TUTTO

Galleria degli Artisti

Test 3 Storia del '900

 

1 euro per 'Italia Italy'

 

 

 




Powered by Joomla!®. Valid XHTML and CSS.