Company Logo

Cara Italia, ...

Volti del Made in Italy

Pagina dopo pagina

Brevi annunci gratuiti

E’ Pistoia la Capitale italiana della Cultura 2017. Città di 92mila abitanti, Pistoia racchiude tesori di arte e cultura, ricchi di storia e di passioni. Cuore della comunità è la suggestiva Piazza della Sala, dove si ergono la Cattedrale di San Zeno con lo splendido Battistero e l’antica torre campanaria, dalla cui sommità che si raggiunge con oltre duecento gradini si può ammirare uno splendido panorama urbano e collinare. Interessanti da visitare anche l’Ospedale del Ceppo, la Fortezza di Santa Barbara, la Giostra dell’Orso, i percorsi di Pistoia sotterranea. Nei dintorni con le verdi colline pistoiesi si possono raggiungere le terme di Montecatini e Monsummano e visitare il Parco di Pinocchio a Collodi.

La città toscana è stata  scelta tra nove finaliste con questa motivazione: «La ...

candidatura risulta decisamente ben sostenuta nei suoi diversi elementi: area centrale urbana, relazione territorio circostante, ampiezza dei settori, gestione sistema bibliotecario, budget importante ma realistico, partenariato di sistema e internazionale. Ampiamente apprezzati anche nel loro insieme. Il progetto per qualità e completezza sa interpretare pienamente le risorse esistenti proiettandole in uno scenario anche internazionale avanzato di sviluppo del patrimonio culturale e della partecipazione associativa». In lizza con Pistoia c’erano altre otto città: Aquileia, Como, Ercolano, Parma, Pisa, Spoleto, Taranto e Terni. Alla città è stato assegnato un milione di euro, fuori dal patto di stabilità, per l’attuazione del suo progetto culturale. Un progetto innovativo, che prevede linee di sviluppo locale oltre la dimensione di breve periodo, la valorizzazione delle industrie culturali e creative e le relative filiere produttive, processi di rigenerazione e riqualificazione urbana. Alla città si richiedono un forte impegno a promuovere la cooperazione tra operatori culturali e turistici e la partecipazione attiva degli abitanti della città e del suo circondario, la sostenibilità economico-finanziaria e l’inserimento delle iniziative in un più ampio progetto di lungo termine, così da costituire parte integrante dello sviluppo culturale e turistico di lungo periodo della città candidata.

L'iniziativa Capitale Italiana della Cultura - spiegano al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - è volta a sostenere, incoraggiare e valorizzare la autonoma capacità progettuale e attuativa delle città italiane nel campo della cultura, affinché venga recepito in maniera sempre più diffusa il valore della cultura per la coesione sociale, l'integrazione senza conflitti, la conservazione delle identità, la creatività, l'innovazione, la crescita e infine lo sviluppo economico e il benessere individuale e collettivo. L'impulso a tradurre in iniziativa nazionale l'iniziativa europea stabilita con la decisione del Parlamento europeo e del Consiglio n. 1419/1999/CE del 25 maggio 1999  è derivato dal successo straordinario del processo di selezione della Capitale Europea della Cultura 2019, titolo che è stato attribuito a Matera.
Il conferimento del titolo Capitale Italiana della Cultura, in linea con la Capitale Europea della Cultura, si propone importanti obiettivi: stimolare una cultura della progettazione integrata e della pianificazione strategica; sollecitare le città e i territori a considerare lo sviluppo culturale quale paradigma del proprio progresso economico e di una maggiore coesione sociale; valorizzare i beni culturali e paesaggistici; migliorare i servizi rivolti ai turisti; sviluppare le industrie culturali e creative; favorire processi di rigenerazione e riqualificazione urbana. (Carlo Pozzoli)

Grandi eventi

Galleria degli artisti

Sostieni «Italia Italy»

Clicca su Donazione per un piccolo contributo.

Insieme per la cultura, la legalità, il merito, un’Italia migliore.




Powered by Joomla!®. Valid XHTML and CSS.