Company Logo

Cara italia, ...

Volti del Made in Italy

Pagina dopo pagina

Brevi annunci gratuiti

Support «Italy Italy»

      

Un luogo comune vuole che in Calabria la Storia sia sempre di passaggio. Per smentire questo luogo comune è nata l’idea dell’antologia storica Calabria guerriera e ribelle, di Giampiero Mele con contributi di Felice Vinci, Gianfranco Confessore e Oreste Parise.

Annibale, Spartaco erano andati in Calabria non di passaggio ma per reclutare ribelli e organizzarsi. Giulia ...

la figlia di Augusto, che può essere considerata la Lady Diana di 2.000 anni fa, fu confinata a Reggio Calabria e là morì a causa dell’imperatore Tiberio, suo ex-marito.
Felice Vinci, ribelle alle tesi ortodosse, ha scritto un brano inedito che ci fa conoscere un suo nonno calabrese che dovette andarsene a causa del terremoto, mentre un altro brano ci fa incontrare Alarico il re-guerriero che saccheggiò Roma dopo 800 anni.
Con Gioacchino da Fiore, conosciuto dall’ex presidente statunitense Obama e ispiratore di Dante, si incontra un monaco pensatore, profeta e ribelle e perciò condannato dal Concilio del 1215. Calabria guerriera e ribelle parla inoltre di DanBrown, del Priorato di Sion, del brigante “Re Marcone”, di Tommaso Campanella che subì tre processi e scontò 27 anni di carcere, di Alexandre Dumas, di Gioacchino Murat, di Mussolini, e infine del campo di concentramento di Ferramonti di Tarsia, dove nessun prigioniero morì di morte violenta. In Calabria la Storia non era di passaggio.

Il volume è già stato presentato in molte città nel mondo ed è stato tradotto in inglese, a cura di Guernica editore.

Galleria degli Artisti

Grandi eventi

Sostieni «Italia Italy»

   




Powered by Joomla!®. Valid XHTML and CSS.