Company Logo

Quel "Mare Nostrum"

Volano missili e si intrecciano contrasti e interessi internazionali, fra timidi tentativi di delineare un futuro meno incerto e pacifico. Fra Mediterraneo e Medio Oriente si consumano quotidiane tragedie, con masse di disperati oppressi e in balìa di sfruttatori e politicanti senza scrupoli. Le effimere speranze  - LEGGI TUTTO

Accadde oggi ...

L'ITALIA NELLA STORIA

* 25 ottobre 1936: nasce l'Asse Roma-Berlino con l’alleanza di Benito Mussolini e Adolf Hitler

* 26 ottobre 1860: incontro tra Garibaldi e il re Vittorio Emanuele II a Teano dopo la conquista del Regno delle Due Sicilie

* 26 ottobre 1921: nella Basilica di Aquileia Maria Bergamas sceglie uno dei corpi dei soldati caduti nella Prima guerra mondiale che sarà il Milite Ignoto

* 26 ottobre 1954: Trieste ritorna all’Italia

INCIPIT L'inizio di ...

Senza famiglia

di Hector Malot

Sono un trovatello. Ma sino agli otto anni ho sempre creduto di avere una mamma come tutti gli altri bambini, perché per tutti i miei dolori di bimbo c’era il conforto di una donna che mi baciava e mi accarezzava.

Quando il crudo vento dell’inverno, battendo contro i vetri e infilandosi per le fessure, mi assiderava i piedini, ella me li stringeva nelle mani per scaldarmeli e mi cullava con quelle dolci e tristi cantilene che risento ancora nella mia anima…

Cara italia, ...

Volti del Made in Italy

Pagina dopo pagina

Brevi annunci gratuiti

La passione per il mare ha un appuntamento importante con la Barcolana, la storica regata velica internazionale che si svolge nel golfo di Trieste quest'anno domenica 11 ottobre. Alle 10.30 il tradizionale colpo di cannone dà il via alle gare della Coppa d’Autunno e sulla stessa linea di partenza solitamente ci sono oltre 2000 barche con appassionati di vela e grandi campioni, piccole imbarcazioni di famiglia e scafi ad alta tecnologia. «Nell'immaginario collettivo - spiegano gli organizzatori - la Barcolana rappresenta e …

interpreta l'anima marinara di Trieste, quella che, nei suoi sedimenti più profondi, vibra sospesa tra nostalgia e speranza quando si dice mare, quando si dice barca, quando si dice porto».

La Barcolana è la manifestazione più affollata che si svolge nel Mediterraneo. Coinvolge tutta Trieste, anche per i riflessi turistici, e il merito del successo è della Società Velica di Barcola e Grignano che nel lontano 1968 ha saputo vedere lontano e presagire che la “regata di tutti” era la formula perfetta per la coinvolgente manifestazione triestina.  Fu così che il gruppo di innamorati del mare e della vela pensò di organizzare una regata dove a sfidarsi fossero tutte le barche del golfo.

La prima edizione della Barcolana risale al 1969, quando parteciparono 51 barche a vela e la vittoria della Coppa d’Autunno andò al comandante Piero Napp, della Società Triestina della Vela, a bordo del suo Betelgeuse. La lunga storia della regata velica ha visto la presenza di campioni mondiali e medaglie olimpiche, di big e semplici appassionati del mare. Negli anni Ottanta, quando l’Italia fu presente orgogliosamente nel mondo della vela e intervenne alla Coppa America, crebbe la dimensione internazionale, arrivarono gli sponsor e anche il leggendario Moro di Venezia. Negli anni Novanta si sviluppò la “saga dei lignanesi” con Battiston e poi giunse la sfida della Slovenia con Mitja Kosmina e il Marina di Capodistria che nel 1995 tenne a battesimo Gaia Legend, con innovazioni tecniche sviluppate poi a Rimini.

Dopo il 2000 a Trieste si è svolta la straordinaria avventura di Cometa, seguita dai successi del neozelandese Neville Crichton con i trenta metri di Alfa Romeo. E' stata poi la volta dei big di Coppa America con gli RC44 e nel 2008, dopo aver solcato molti mari, arrivò anche Shosholoza, il team di Coppa America del comandante Sarno, con Tommaso Chieffi e Paolo Cian. Il 2012 è stato l’anno della grande bonaccia, che ha lasciando “al palo”, in mezzo al golfo, quasi tutta la flotta. Il 2013 è stato l’anno anche della malinconia per la tragedia degli immigrati naufragati prima dell’arrivo a Lampedusa. Poi, di anno in anno, è continuata con sempre maggiore intensità e oggi rappresenta un'avventura, una speranza, un sogno.

Alla Barcolana sono intervenuti i nomi più famosi dell’orizzonte velico da Gabriele Benussi, a Lorenzo Bressani, a Vasco Vascotto, a Zvonimir Boban velista ed ex calciatore del Milan, a Giovanni Soldini  che ha proposto al mondo della vela progetto solidale e iniziative per le persone fragili, a Jochen Schuemann vincitore di tre ori olimpici, a Francesco De Angelis skipper di Luna rossa all’edizione di Valencia di Coppa America. Il campione di Coppa America Russell Coutts, al termine della sua prima Barcolana a bordo del RC44, ha esclamato: «Mai vista una cosa simile. Che festival!». La Barcolana è soprattutto una grande festa del mare, dove i risultati sportivi contano poco e importante davvero è partecipare a un grande evento, fra sogni e nostalgie. (F.d’A.)

Blitz per Mussolini

E’ davvero un bel libro L’ala tedesca sul Gran Sasso - Dal Gran Consiglio del fascismo al blitz dei parà a Campo Imperatore. Antonio Muzi, ricercatore e studioso di storia per pura passione, consegna ai lettori un volume di forte interesse, di scorrevole leggibilità, di grande utilità specie per le giovani ... - LEGGI TUTTO

"Italia Italy" post

Più che le regole, la gentilezza - «Ci sono luoghi al mondo dove più che le regole è importante la gentilezza». (Carlo Rovelli, fisico, Verona 1956-*)

EXPLICIT La fine di ...

Rosso Malpelo

di Giovanni Verga 

Prese gli arnesi di suo padre, il piccone, la zappa, la lanterna, il sacco col pane, e il fiasco del vino, e se ne andò: né più si seppe nulla di lui.

Così si persero persino le ossa di Malpelo, e i ragazzi della cava abbassano la voce quando parlano di lui nel sotterraneo, ché hanno paura di vederselo comparire dinanzi, coi capelli rossi e gli occhiacci grigi.

Galleria degli Artisti

Test 2 Letteratura ‘900

 

Grandi eventi

Sostieni «Italia Italy»

 




Powered by Joomla!®. Valid XHTML and CSS.