Company Logo

Cara Italia, ...

Volti del Made in Italy

Pagina dopo pagina

Brevi annunci gratuiti

Sarà Palermo la Capitale Italiana della Cultura nel 2018. Per il prossimo anno in cantiere ci sono numerose attività che coinvolgono anche tutta l’area metropolitana del capoluogo siciliano con oltre un milione di abitanti. Palermo è stata scelta perché ha presentato una candidatura «sostenuta da un progetto originale, di elevato valore culturale, di grande respiro umanitario, fortemente e generosamente orientato all’inclusione, alla formazione permanente, alla creazione di capacità e di cittadinanza, senza trascurare la valorizzazione del patrimonio e delle produzioni artistiche contemporanee».

La Capitale italiana della Cultura 2018 è stata storicamente un crocevia di popoli e culture, e anche oggi potrebbe avere un ruolo fondamentale nel mondo mediterraneo ...

e negli scambi con l’Oriente. Già cuore dell’Impero medioevale con il grande Federico II, Palermo esprime una molteplicità di culture nella lingua, nei monumenti, nella stessa cucina. Una testimonianza di questo ampio orizzonte è la Lapide Quadrilingue, custodita nel Palazzo della Zisa: si tratta di una stele funeraria dell’anno 1149, con iscrizioni in latino, greco, giudaico e arabo che integra i diversi sistemi di datazione del mondo, evidenzia la multietnicità della corte di Ruggero II e una grande tolleranza verso i diversi popoli e le diverse religioni.

Fra le iniziative di Palermo per il 2018 in primo piano ci sarà anche l’itinerario arabo-normanno fra Monreale, Palermo e Cefalù, Castelbuono con il Museo Civico che si è distinto negli ultimi anni per la capacità di coniugare tradizioni e arte contemporanea, la ricchezza culturale di Bagheria con il museo Guttuso, le ville nobiliari, le tradizioni popolari, i riferimenti letterari e cinematografici, le produzioni dell'artigianato artistico. Da parte sua l’Università è impegnata in un progetto per la valorizzazione dei propri siti che interesseranno soprattutto il complesso monumentale dello Steri e l’Orto botanico.

Per l’attuazione del suo progetto culturale Palermo riceverà un milione di euro. L'iniziativa Capitale Italiana della Cultura - spiegano al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - è volta a sostenere, incoraggiare e valorizzare la autonoma capacità progettuale e attuativa delle città italiane nel campo della cultura, affinché venga recepito in maniera sempre più diffusa il valore della cultura per la coesione sociale, l'integrazione senza conflitti, la conservazione delle identità, la creatività, l'innovazione, la crescita e infine lo sviluppo economico e il benessere individuale e collettivo. L'impulso a tradurre in iniziativa nazionale l'iniziativa europea stabilita con la decisione del Parlamento europeo e del Consiglio n. 1419/1999/CE del 25 maggio 1999 è derivato dal successo straordinario del processo di selezione della Capitale Europea della Cultura 2019, titolo che è stato attribuito a Matera.

Il conferimento del titolo Capitale Italiana della Cultura, in linea con la Capitale Europea della Cultura, si propone importanti obiettivi: stimolare una cultura della progettazione integrata e della pianificazione strategica; sollecitare le città e i territori a considerare lo sviluppo culturale quale paradigma del proprio progresso economico e di una maggiore coesione sociale; valorizzare i beni culturali e paesaggistici; migliorare i servizi rivolti ai turisti; sviluppare le industrie culturali e creative; favorire processi di rigenerazione e riqualificazione urbana. (Anna Ferrero)

 

CAPITALI ITALIANE DELLA CULTURA

2018 - Palermo

2017 - Pistoia

2016 - Mantova

Grandi eventi

Galleria degli artisti

Sostieni «Italia Italy»

Clicca su Donazione per un piccolo contributo.

Insieme per la cultura, la legalità, il merito, un’Italia migliore.




Powered by Joomla!®. Valid XHTML and CSS.