Company Logo

Anno bisestile

Il 2020 è un anno bisestile. I giorni dell’anno sono 365, ma ogni quattro anni i giorni sono 366. Sono i cosiddetti anni bisestili. Proprio come questo 2020. Noi sappiamo che l'anno solare è il tempo che impiega la terra per compiere la sua orbita intorno al sole, cioè il tempo per ritornare alla stesso punto di - LEGGI TUTTO

Accadde oggi ...

L'ITALIA NELLA STORIA

* 30 settembre 489: Battaglia di Verona tra l'esercito del Re d'Italia Odoacre e gli invasori Ostrogoti di Teodorico, che ottengono una clamorosa vittoria

* 30 settembre 1382: con la Dedizione Trieste passa all’Austria degli Asburgo

* 30 settembre 1499: i Turchi arrivano fino a Casarsa, nei pressi di Udine

* 30 settembre 1744: durante la Guerra di successione austriaca Battaglia di Cuneo, nota anche come Battaglia di Madonna dell'Olmo, e vittoria di Francia e Spagna contro il Regno di Sardegna

INCIPIT L'inizio di ...

Le notti bianche

di Fëdor Dostoevskij

Era una notte incantevole, una di quelle notti che succedono solo se si è giovani, gentile lettore. Il cielo era stellato, sfavillante, tanto che, dopo averlo contemplato, ci si chiedeva involontariamente se sotto un cielo simile potessero vivere uomini irascibili e irosi. Gentile lettore, anche questa è una domanda proprio da giovani, molto da giovani, ma che il Signore la ispiri più spesso all’anima!...

Cara italia, ...

Volti del Made in Italy

Pagina dopo pagina

Brevi annunci gratuiti

Ha oltre cent’anni, ma guarda lontano e corre verso il futuro l’Esposizione Internazionale Ciclo Motociclo e Accessori (EICMA) che si svolgerà a Milano, nei padiglioni di Rho-Fiera, da martedì 5 a domenica 10 novembre. Quest’anno il Salone milanese celebra la 77ª edizione, ma la sua storia è ben più lunga e l’esordio risale al 1914. L’edizione 2019 si propone di riscrivere il futuro delle due ruote e “Moto Rivoluzionario” è lo slogan dell’evento che avrà come protagonisti 1800 brand provenienti da più di 40 Paesi. Milano sarà il palcoscenico del fermento ...

tecnologico che vive all’interno dell’industria delle due ruote e dentro il futuro della mobilità. L’obiettivo dichiarato è “stupire ed entusiasmare”, perché dopo ogni edizione di EICMA il mondo delle due ruote non è più lo stesso.

Tante le novità, le sorprese, le tendenze dentro e fuori Rho-Fiera, in grado di soddisfare appassionati e non, e di supportare l’intera filiera del settore. Ricchissimo e variegato il panorama proposto da operatori leader mondiali nei vari settori e dalle soluzioni all’avanguardia per cicli e motocicli.

Otto i padiglioni fieristici occupati, due in più rispetto all’anno scorso, e centinaia le anteprime, i concept e i nuovi modelli. E poi ancora la presenza sempre numerosa di piloti, vip, autorità e lo spettacolo dell’area esterna MotoLive, il contenitore racing di EICMA, dove il pubblico potrà assistere gratuitamente a competizioni e lasciarsi trascinare da show, musica e spettacoli di intrattenimento. Un’occasione per vedere da vicino i piloti, nazionali e internazionali, delle più prestigiose discipline Off-Road contendersi i titoli sul circuito di MotoLive. Ci sarà spazio anche per il fenomeno E-Bike, le biciclette a pedalata assistita che - novità di questa edizione - potranno anche essere testate dal pubblico su una pista coperta che esalterà le prerogative di questi mezzi green. 

Presentata a Milano, al Belvedere di Palazzo Pirelli, l’Esposizione Internazionale Ciclo Motociclo e Accessori 2019 si conferma ancora indiscusso punto di riferimento internazionale per gli operatori del settore e per gli appassionati delle due ruote. Del “primato per l’attrattività e del grande contributo all’internazionalizzazione delle imprese” ha parlato proprio il presidente di EICMA, Andrea Dell’Orto, sottolineando durante l’incontro con i giornalisti che «quest’anno quasi il 60 per cento degli espositori proviene dall’estero e che analogamente è sempre più in ascesa anche la partecipazione degli operatori e dei media internazionali». Per Dell’Orto «l’headline ‘Moto Rivoluzionario’ è un tributo al tessuto imprenditoriale globale per l’impegno nel progresso dei prodotti e nell’evoluzione del nostro comparto e, nel cinquecentesimo anniversario della sua scomparsa, rappresenta anche un’occasione per rendere omaggio all’eredità del genio di Leonardo Da Vinci e allo straordinario contributo che ha dato per soddisfare il desiderio di movimento dell’uomo».

L’Esposizione Internazionale Ciclo Motociclo e Accessori non si limiterà ai padiglioni della Fiera. Con Ridemood, lo spirito dell’evento espositivo continuerà anche quest’anno in città attraverso iniziative, collaborazioni ed eventi gratuiti coordinato da EICMA, che nei quartieri più vivi e significativi di Milano racconteranno l’anima e l’attitudine dell’universo a due ruote.

Il Salone internazionale delle due ruote è aperto alla stampa e agli operatori del settore nei giorni 5 e 6 novembre; l’apertura al pubblico da giovedì a domenica è dalle 9.30 alle 18.30. Il costo del biglietto è di 23 euro alle casse; ingresso a 14 euro per i gruppi (scuole, associazioni motociclistiche, motoclub); bambini da 9 a 13 anni compiuti e over 65 anni 12 euro; ragazzi da 14 a 17 anni 15 euro. E’ previsto anche un ingresso serale, solo venerdì 8 dalle ore 18, con un costo di 12 euro. Per le donne ingresso gratuito venerdì 8 novembre. Ingresso gratis, tutti i giorni, per i bambini da 0 a 8 anni, per i visitatori con disabilità e i relativi accompagnatori. (Michele Rinaldi)

Nuovo 'Grand Tour'?

Per secoli il viaggio in Italia è stato nei sogni di molti, ovunque in Europa. La formazione culturale non poteva non concludersi che con il Grand Tour, un vero pellegrinaggio da ogni angolo dell’Europa alla scoperta del nostro straordinario patrimonio culturale e di una civiltà millenaria. Attuato già durante il ... - LEGGI TUTTO

"Italia Italy" post

«Sul bordo di quello che sappiano, a contatto con l’oceano di quanto non sappiamo, brillano il mistero del mondo, la bellezza del mondo, e ci lasciano senza fiato». (Carlo Rovelli, fisico, Verona 1956-*)

EXPLICIT La fine di ...

Ettore Fieramosca

di Massimo d’Azeglio

Già l’illustre conte Napione espresso l’opinione de’ Piemontesi sul conto di costui così scrivendone: «… quel nostro Astigiano che nel famoso abbattimento di Quarrato avendo preso le armi contro la nazione italiana per i Francesi, non solo con essi divise l’onta di rimaner vinto dagli Italiani, ma, restato morto sul campo, si giudicò allora da ognun meritamente aver portata la pena della sua stoltezza, giacché per nazion forestiera avea voluto combatter contro l’onor della patria».

Ci sia permesso aggiungere che ora, per quanto di cercasse, non si troverebbe più verun  imitatore di questo sciagurato.

Galleria degli Artisti

Test 2 Letteratura ‘900

 

Grandi eventi

Sostieni «Italia Italy»

 




Powered by Joomla!®. Valid XHTML and CSS.