Company Logo

Vita / Come le stelle

La donna delle borse di plastica rigonfie da scoppiare, saliva lenta da via della Croce Rossa, il naso paonazzo già di prima mattina. Vestiva anche d’inverno un paio di fouseaux dei quali mal si riconosceva il colore originale che avrebbe potuto oscillare tra il giallo e il rosa chiaro; il capo sempre nudo ... - LEGGI TUTTO

INCIPIT L'inizio di ...

L’esclusa

di Luigi Pirandello

Antonio Pentàgora s’era già seduto a tavola tranquillamente per cenare come se non fosse accaduto nulla. Illuminato dalla lampada che pendeva dal soffitto basso, col suo volto tarmato che pareva quasi una maschera sotto il bianco roseo della cotenna rasa, ridondante sulla nuca. …

Accadde oggi ...

L'ITALIA NELLA STORIA

* 6 agosto 1980: la mafia uccide il magistrato Gaetano Costa

* 6 agosto 1985: la mafia uccide i poliziotti Antonino Cassarà e Roberto Antiochia

* 7 agosto 1427: la flotta dei Visconti di Milano è distrutta da Venezia sul Po

Cara italia, ...

Volti del Made in Italy

Pagina dopo pagina

Brevi annunci gratuiti

Il futuro dell’Italia e dell’Europa è strettamente legato ai rapporti con i Paesi del Mediterraneo e ora in particolare con la Libia, dove si fronteggiano tre governi e decine di tribù e milizie armate. I flussi migratori non sono più un’emergenza, sono un fenomeno complesso da gestire con strategie lungimiranti e con un saggio equilibrio tra accoglienza, legalità e cooperazione. Occorre perciò più Italia, senza paure e discriminazioni, e occorre più Europa, con i suoi valori tradizionali e la capacità di costruire il futuro secondo i sogni e lo spirito dei padri fondatori.

Con questa ambizione l’Unione Europea può avere una maggiore e più ...

significativa presenza sullo scacchiere mediterraneo e contribuire alla riconciliazione delle diverse fazioni in Libia per giungere a elezioni democratiche e alla stabilizzazione economica con un forte sostegno alle istituzioni e alla ricostruzione. La stabilità della Libia è essenziale per la stabilità dell’Africa, del Mediterraneo e dell’Europa stessa. Il recente meeting di Palermo, con la partecipazione di Al Serraj e il generale Haftar e dei presidenti dei Parlamenti di Tripoli e Tobruk, ha aperto qualche spiraglio, ma ha evidenziato anche non poche divergenze, comprese quelle tra Italia e Francia.

Intanto, nel quadro del Fondo fiduciario europeo per l’Africa, sono già stati avviati sei diversi programmi di sostegno alla Libia, per un totale di 237 milioni di euro, che consentono di riabilitare scuole, ospedali, asili e caserme di polizia. Questi fondi servono anche per formare insegnanti e fornire servizi di base.

L’Unione Europea è pronta a fare maggiori investimenti, nel quadro del rifinanziamento del Trust Fund per l’Africa, approvato di recente dal Consiglio europeo. Ora è fondamentale che la Libia intraprenda, con decisione, un percorso che conduca alle elezioni: tappa essenziale per il futuro democratico del Paese.

La situazione in Libia è estremamente fragile e il Paese affronta numerose sfide per la stabilità politica, lo sviluppo economico e la sicurezza interna. Perciò per l’Unione Europea è fondamentale per garantire la stabilità politica interna, quale prerequisito fondamentale per migliorare la situazione economica e sociale. Su questa strada si intensifica l’impegno dell’Europa e l’Italia deve puntare a una maggiore collaborazione anche con la Francia per una politica condivisa sul futuro della Libia e della più vasta area mediterranea. (F.d’A.)

La Crusca per l'Italia

Una storica istituzione a tutela della lingua italiana, impegnata ancora oggi nelle nuove frontiere dell’evoluzione linguistica, è l’Accademia della Crusca, che ha sede a Firenze nella Villa Medicea di Castello. Il sito web (www.accademiadellacrusca.it) è un portale interamente dedicato alla lingua ... - LEGGI TUTTO

EXPLICIT La fine di ...

Il deserto dei Tartari

di Dino Buzzati

La camera si è riempita di buio, solo con grande fatica si può distinguere il biancore del letto, e tutto il resto è nero. Fra poco dovrebbe levarsi la luna. Farà in tempo, Drogo, a vederla, o dovrà andarsene prima? La porta della camera palpita con uno scricchiolio leggero. Forse è un soffio di vento, un semplice risucchio d’aria di queste inquiete notti di primavera. Forse è invece lei che è entrata, con passo silenzioso, e adesso sta avvicinandosi alla poltrona di Drogo. Facendosi forza, Giovanni raddrizza un po’ il busto, si assesta con una mano il colletto dell’uniforme, dà ancora uno sguardo fuori dalla finestra, una brevissima occhiata, per l’ultima sua porzione di stelle. Poi nel buio, benché nessuno lo veda, sorride.

"Italia Italy" post

«Le preoccupazioni della stampa europea non sono dovute a pietà e amore per l'Italia ma semplicemente al timore che l'Italia, come in un altro infausto passato, sia il laboratorio di esperimenti che potrebbero stendersi all'Europa intera». (Umberto Eco, scrittore, Alessandria 1932-2016)

Galleria degli Artisti

Grandi eventi

Sostieni «Italia Italy»




Powered by Joomla!®. Valid XHTML and CSS.