Company Logo

Nuovo ‘Grand Tour’?

Per secoli il viaggio in Italia è stato nei sogni di molti, ovunque in Europa. La formazione culturale non poteva non concludersi che con il Grand Tour, un vero pellegrinaggio da ogni angolo dell’Europa alla scoperta del nostro straordinario patrimonio culturale e di una civiltà millenaria. Attuato già durante il ... - LEGGI TUTTO

INCIPIT L'inizio di ...

L’esclusa

di Luigi Pirandello

(Agrigento 1867-1936)

Antonio Pentàgora s’era già seduto a tavola tranquillamente per cenare come se non fosse accaduto nulla. Illuminato dalla lampada che pendeva dal soffitto basso, col suo volto tarmato che pareva quasi una maschera sotto il bianco roseo della cotenna rasa, ridondante sulla nuca…

Accadde oggi ...

L'ITALIA NELLA STORIA

* 12 aprile 1633: Galileo Galilei è accusato di eresia

* 12 aprile 1944: il re Vittorio Emanuele III annuncia l’abdicazione a favore del figlio Umberto II

Cara italia, ...

Pagina dopo pagina

Volti del Made in Italy

Brevi annunci gratuiti

Support «Italia Italy»

 

 

 

Le Frecce Tricolori sono uno dei simboli dell’Italia, presenti nelle più significative manifestazioni nazionali e sovente anche in eventi internazionali. La denominazione ufficiale delle Frecce Tricolori è Pattuglia acrobatica nazionale (PAN) e la suggestiva formazione costituisce il 313esimo Gruppo addestramento acrobatico dell'Aeronautica militare italiana, Nel 2020 le Frecce Tricolori celebreranno la 60esima stagione acrobatica e per l’occasione è già stato annunciato che una tappa del Giro d’Italia partirà dall'aeroporto militare di Rivolto (Udine), sede della Pattuglia acrobatica nazionale e del secondo Stormo, sicuramente uno dei luoghi più conosciuti e visitati della Regione Friuli Venezia Giulia.   

Le Frecce Tricolori hanno alle spalle una lunga storia. La prima scuola di volo ...

acrobatico in Italia fu fondata nel 1930. La sede era sede l'aeroporto di Campoformido, sempre in Friuli, e il responsabile era il colonnello Rino Corso Fougier. Da allora si è sviluppata una complessa vicenda, che nel 1960 portò alla decisione di fondare un reparto dedicato alla formazione della pattuglia acrobatica attraverso la selezione dei migliori piloti dei vari reparti.

Le Frecce Tricolori si esibiscono con dieci aerei chiamati “pony” e contrassegnati da numeri da 1 a 10 in base ai ruoli. Nove aerei sono in formazione e uno è solista, e insieme costituiscono la pattuglia acrobatica più numerosa del mondo, con un programma di volo di circa mezz’ora e un repertorio di una ventina di acrobazie. Tre i programmi previsti per le esibizioni, legati alla configurazione del territorio e alle condizioni atmosferiche: programma alto, con esecuzione di figure verticali quando le nuvole sono oltre mille metri di altezza; programma basso, senza figure verticali, quando le nuvole sono inferiori a circa 600 metri; programma piatto per i passaggi a bassa quota. Solitamente le esibizioni delle Frecce Tricolori si concludono con la formazione al completo che disegna nel cielo un tricolore lungo cinque chilometri, riconosciuto come la più lunga bandiera italiana.

La Pattuglia acrobatica ha anche uno stretto rapporto con i cittadini e durante l’estate è possibile partecipare a visite guidate di tre ore all'aeroporto militare di Rivolto. Anche con l'ausilio di filmati, si possono vedere gli speciali aerei e conoscere i segreti del volo acrobatico, le tecniche di addestramento e di volo, le caratteristiche dei velivoli e la vita dei piloti. Il prossimo anno, con la partenza di una tappa del giro d’Italia da Rivolto, l’aeroporto militare sarà ancora una volta aperto a tutti cittadini. (F.d’A.)

Bimba fra le stelle

Il nome di una bambina italiana di dieci anni fra le stelle, con un satellite del sistema Galileo. Antonianna Semeraro è di Martina Franca (Taranto) ed è stata la vincitrice del concorso ''Un disegno spaziale'' indetto dalla Commissione europea e destinato agli alunni nati quando ha preso il via il ... - LEGGI TUTTO

EXPLICIT La fine di ...

La lettera scarlatta

di Nathaniel Hawthorne

(Stati Uniti 1804-1864)

Ma le due tombe furono coperte con una sola pietra sepolcrale; e poiché intorno sorgevano monumenti maestosi tutti blasonati, anche su quella nuda pietra – visibile ancora oggi in quel cimitero – fu scolpito qualche cosa che somigliava a un blasone gentilizio. Cupa divisa, nella quale splendeva di luce perenne, ma tetro più dell’ombra da cui si staccava, un punto solo: una lettera A, scarlatta, in campo nero.

"Italia Italy" post

«Se sei triste fai una passeggiata. Se non funziona fanne un'altra». (Ippocrate, il padre della medicina, Kos-Grecia 460-377 a.C.)

Galleria degli Artisti

Grandi eventi

Test 5 Storia del '900

 

1 euro per 'Italia Italy'

 

 

 




Powered by Joomla!®. Valid XHTML and CSS.