Company Logo

Volti del Made in Italy

Pagina dopo pagina

Mantova capitale mondiale della letteratura da mercoledì 7 a domenica 11 settembre. Con la partecipazione di geni affermati e nuovi talenti si svolge la 20esima edizione di Festivaletteratura, un appuntamento all’insegna del divertimento culturale, una cinque giorni di incontri, laboratori, percorsi tematici, concerti e spettacoli con narratori e poeti di fama internazionale, saggisti, artisti e scienziati provenienti da tutto il mondo, secondo un’accezione ampia e curiosa della letteratura.

Festivaletteratura propone molti eventi a ingresso libero. Tra gli oltre quattrocento appuntamento in programma, quelli numerati e a pagamento hanno spesso capienze limitate dettate dalle esigenze dei luoghi e possono registrare il tutto esaurito poco dopo l'apertura della biglietteria. L'edizione del ventennale prevede nondimeno una ricchissima serie di intermezzi che tra incontri, installazioni e letture a ingresso libero ...

rappresenta un'offerta quantomai ricca e curiosa.

In Piazza Leon Battista Alberti si tengono come di consueto le rassegne stampa delle Pagine della cultura con i giornalisti di Internazionale e diversi ospiti stranieri, gli appuntamenti di Scritture Giovani, le sessioni di pitching in piazza di Meglio di un romanzo, le ormai classiche interviste dei volontari di Blurandevù. Al Palazzo dell'Inps, da mercoledì a domenica si può vedere all'opera l'officina di Prototipi, mentre all'Ex Cinema Bios attende a tutte le ore del giorno una sontuosa Biblioteca Elegante dedicata alla moda nella letteratura italiana, che prevede tra l'altro quattro appuntamenti extra con Stefania Ricci, Francesca Piani, Elvira Seminara e Hans Tuzzi. La Tenda dei libri, oltre a ospitare la libreria del festival, sarà sede delle Parole del cibo e della Biblioteca di Alessandria. Nell'adiacente Tenda Sordello potrete godervi il programma degli accenti, trasmessi anche quest'anno in diretta streaming. Da non perdere anche la ricchissima rassegna di Letture in piazza a opera della Compagnia della Lettura, che si svolgerà nella suggestiva cornice di Piazza Concordia. E se avete un debole per la fisica, la musica e i classici, dopo un salto al Punto informativo sulle migrazioni in Piazza Erbe, nella vicinissima Piazza Mantegna potrete ascoltare le lezioni di scienza all'aria aperta della rassegna lavagne.

Last but not least ci sono due progetti appositamente studiati per i Vent'anni del Festival di cui andiamo particolarmente fieri: il primo è l'Immagine della città, un punto di raccolta permanente di vostre foto al fine di costruire la memoria condivisa di Mantova, che ha sede presso l'Archivio di Stato da mercoledì a domenica, con una serie di incontri a ingresso libero. Il secondo, a Palazzo Castiglioni, consta in una bella serie di brevi interviste a scrittori italiani e stranieri curate da Federico Taddia: Simonetta Agnello Hornby, Corrado Augias e moltissimi altri autori, fino a domenica 11 settembre, sono protagonisti del libro dei (miei) vent'anni.

Valicare i confini... è il focus di Festivaletteratura dedicato ai fenomeni migratori del nostro tempo. Le migrazioni sono uno dei fenomeni contemporanei più complessi e importanti, eppure sono avvolte da un velo di mistero, luoghi comuni e pregiudizi. Raccontare, condividere la migrazione è fondamentale per comprenderla e sconfiggere gli stereotipi che la permeano, connotandola quasi esclusivamente in senso negativo e generando paura e incomprensioni reciproche. Gazmend Kapllani racconta la migrazione dal punto di vista del migrante che si ritrova per la prima volta ad attraversare il confine e poi a vivere in un paese straniero che ha ben poco in comune con il paradiso accogliente che si aspettava. Esperienza che l'autore ha vissuto in prima persona da migrante albanese in Grecia all'inizio degli anni '90. La scrittrice Jenny Erpenbeck e lo scrittore Alessandro Leogrande cercano di sospendere il giudizio per dar voce, seppur in modo diverso, ai migranti contemporanei che giungono ai confini europei. La raccolta Liberi... di dover partire – Libers... di scugnî lâ del 1964, ora tradotta in arabo ricorda, invece, che le migrazioni non sono una novità e anche noi italiani siamo stati migranti non molto tempo fa. Sono aspetti molto diversi del fenomeno migratorio, eppure sono fra loro collegati e ne dimostrano la complessità.

 

Per il programma completo del Festivaletteratura 2016 clicca: http://www.festivaletteratura.it/it/2016/eventi

Galleria degli Artisti

Grandi eventi

Cara italia, ...

Brevi annunci gratuiti




Powered by Joomla!®. Valid XHTML and CSS.