Company Logo

Volti del Made in Italy

Pagina dopo pagina

L’arminuta di Donatella Di Pietrantonio ha vinto il Premio Campiello 2017. Nella magica notte veneziana il prestigioso premio letterario è stato assegnato alla scrittrice abruzzese, nata a Teramo, di professione odontoiatra pediatrico. Nel 2011 ha pubblicato il romanzo Mia madre è un fiume, ambientato nella terra natale e poi il racconto Lo sfregio sulla rivista «Granta Italia». E’ del 2013 il secondo romanzo, Bella mia, dedicato e ambientato all'Aquila, con echi del terremoto del 2009, la candidatura al Premio Strega e la conquista del Premio Brancati. L'Arminuta, edito da Einaudi  è il terzo romanzo di Donatella Di Pietrantonio e il titolo è un termine dialettale traducibile in «La ritornata». Il libro approfondisce il tema del rapporto madre-figlio nei suoi lati oscuri e patologici, ed è ancora ambientato in Abruzzo.

Ci sono romanzi - spiega l’editore - che toccano corde cosí profonde, originarie, che sembrano chiamarci per nome. È quello che accade con L'Arminuta fin dalla prima ...

pagina, quando la protagonista, con una valigia in mano e una sacca di scarpe nell'altra, suona a una porta sconosciuta. Ad aprirle, sua sorella Adriana, gli occhi stropicciati, le trecce sfatte: non si sono mai viste prima. Inizia cosí questa storia dirompente e ammaliatrice: con una ragazzina che da un giorno all'altro perde tutto - una casa confortevole, le amiche piú care, l'affetto incondizionato dei genitori. O meglio, di quelli che credeva i suoi genitori. Per L'Arminuta (la ritornata), come la chiamano i compagni, comincia una nuova e diversissima vita. La casa è piccola, buia, ci sono fratelli dappertutto e poco cibo sul tavolo. Ma c'è Adriana, che condivide il letto con lei. E c'è Vincenzo, che la guarda come fosse già una donna. E in quello sguardo irrequieto, smaliziato, lei può forse perdersi per cominciare a ritrovarsi. L'accettazione di un doppio abbandono è possibile solo tornando alla fonte a se stessi. Donatella Di Pietrantonio conosce le parole per dirlo, e affronta il tema della maternità, della responsabilità e della cura, da una prospettiva originale e con una rara intensità espressiva. Le basta dare ascolto alla sua terra, a quell'Abruzzo poco conosciuto, ruvido e aspro, che improvvisamente si accende col riflesso del mare.

 

Tutti i vincitori del Premio Campiello

1963 - Primo Levi, La tregua

1964 - Giuseppe Berto, Il male oscuro

1965 - Mario Pomilio, La compromissione

   

1966 - Alberto Bevilacqua, Questa specie d'amore

   

1967 - Luigi Santucci, Orfeo in Paradiso

   

1968 - Ignazio Silone, L'avventura di un povero cristiano

   

1969 - Giorgio Bassani, L'Airone

   

1970 - Mario Soldati, L'attore

   

1971 - Gianna Manzini, Ritratto in piedi

   

1972 - Mario Tobino, Per le antiche scale

   

1973 - Carlo Sgorlon, Il trono di legno

   

1974 - Stefano Terra, Alessandra

   

1975 - Stanislao Nievo, Il prato in fondo al mare

   

1976 - Gaetano Tumiati, Il busto di gesso

   

1977 - Saverio Strati, Il selvaggio di Santa Venere

   

1978 - Gianni Granzotto, Carlo Magno

   

1979 - Mario Rigoni Stern, Storia di Tönle

   

1980 - Giovanni Arpino, Il fratello italiano

   

1981 - Gesualdo Bufalino, Diceria dell'untore

   

1982 - Primo Levi, Se non ora quando?

   

1983 - Carlo Sgorlon, La conchiglia di Anataj

   

1984 - Pasquale Festa Campanile, Per amore, solo per amore

   

1985 - Mario Biondi, Gli occhi di una donna

   

1986 - Alberto Ongaro, La partita

   

1987 - Raffaele Nigro, I fuochi del Basento

   

1988 - Rosetta Loy, Le strade di polvere

   

1989 - Francesca Duranti, Effetti personali

   

1990 - Dacia Maraini, La lunga vita di Marianna Ucrìa

   

1991 - Isabella Bossi Fedrigotti, Di buona famiglia

   

1992 - Sergio Maldini, La casa a Nord-Est

   

1993 - Raffaele Crovi, La valle dei cavalieri

   

1994 - Antonio Tabucchi, Sostiene Pereira

   

1995 - Maurizio Maggiani, Il coraggio del pettirosso

   

1997 – Marta Morazzoni, Il caso Courrier

1998 - Cesare De Marchi, Il talento

   

1999 - Ermanno Rea, Fuochi fiammanti a un'ora di notte

   

2000 - Sandro Veronesi, La forza del passato

   

2001 - Giuseppe Pontiggia, Nati due volte

   

2002 - Franco Scaglia, Il custode dell'acqua

   

2003 - Marco Santagata, Il Maestro dei santi pallidi

   

2004 - Paola Mastrocola, Una barca nel bosco

   

2005 - ex aequo: Pino Roveredo, Mandami a dire

                            Antonio Scurati, Il sopravvissuto

   

2006 - Salvatore Niffoi, La vedova scalza

   

2007 - Mariolina Venezia, Mille anni che sto qui

   

2008 - Benedetta Cibrario, Rossovermiglio

   

2009 - Margaret Mazzantini, Venuto al mondo

   

2010 - Michela Murgia, Accabadora

   

2011 - Andrea Molesini, Non tutti i bastardi sono di Vienna

   

2012 - Carmine Abate, La collina del vento

2013 - Ugo Riccarelli, L’amore graffia il mondo

2014 - Giorgio Fontana, Morte di un uomo felice

2015 - Marco Balzano, L’ultimo arrivato

2016 - Simona Vinci, La prima verità

2017 - Donatella Di Pietrantonio, L’arminuta

   

Galleria degli Artisti

Grandi eventi

Cara italia, ...

Brevi annunci gratuiti




Powered by Joomla!®. Valid XHTML and CSS.