Company Logo

Bimba fra le stelle

Il nome di una bambina italiana di dieci anni fra le stelle, con un satellite del sistema Galileo. Antonianna Semeraro è di Martina Franca (Taranto) ed è stata la vincitrice del concorso ''Un disegno spaziale'' indetto dalla Commissione europea e destinato agli alunni nati quando ha preso il via il ... - LEGGI TUTTO

Accadde oggi ...

L'ITALIA NELLA STORIA

* 6 luglio 1942: Mussolini invia in Russia l’Armata Italiana (Armir)

* 6 luglio 1945: Eccidio di Schio con 54 fascisti uccisi dai partigiani in carcere

* 7 luglio 1647: Napoli rivolta di Masaniello contro il Vicereame spagnolo

* 7 luglio 1868: la Camera del nuovo Regno d'Italia approva la Tassa sul macinato

Cara italia, ...

Volti del Made in Italy

Pagina dopo pagina

Brevi annunci gratuiti

Una giornata per non dimenticare, per raccontare «come il tempo si fermò, la terra pianse lacrime d’aceto e grandine», come canta Laura Pausini in Dove l’aria è polvere.

Il 4 novembre si celebra la Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate. Le note del Silenzio, che in molte città accompagnano l’omaggio ai Caduti di tutte le guerre, riassumono una lunga storia di impegno e sacrifici per costruire l’Italia e difendere la libertà, la democrazia e i diritti di cui noi tutti godiamo. Un lungo filo unisce i patrioti del Risorgimento e i soldati di tutte le guerre a quanti oggi si battono per la libertà in varie parti del mondo e sono quotidianamente impegnati per...

costruire un futuro di pace in un mondo di fratellanza.

Storia e attualità si intrecciano in una ricorrenza spesso vissuta distrattamente, ma che rievoca uomini e donne incontrati nei libri di scuola, che raccontano pericoli, torture, vite spezzate per consegnarci una terra libera e moderna. Da Carlo Pisacane a Ciro Menotti, dai Fratelli Bandiera ai Martiri di Belfiore, passando per le vittime delle dittature e dell’Olocausto, delle guerre e della Resistenza, fino a tanti sconosciuti eroi, la storia e la cronaca parlano di quotidiani sacrifici per un’Italia e un mondo migliori.

«Mia cara Mary, compagna ideale della mia vita - si legge in una delle innumerevoli lettere dei condannati a morte per la libertà, in questo caso il maggiore dell’Aeronautica Ugo Machieraldo di Cavaglià (Vercelli) -  questa sarà l'ultima lettera che tu avrai dal tuo Ugo! Ed io spero che sappia portarti tanto conforto. Il tribunale militare tedesco di Cuorgnè mi ha condannato a morte mediante fucilazione ed io attendo con altri due patrioti (Orla Riccio di Borgofranco e Ottinetti Piero di Ivrea) di passare da un momento all'altro a miglior vita. Sono perfettamente sereno nell'adempiere il mio dovere verso la Patria, che ho sempre servito da soldato senza macchia e senza paura, sino in fondo…».

La data del 4 Novembre commemora la fine del primo conflitto mondiale del 1918, ora ricordata con i Caduti di tutte le guerre. Storie da non dimenticare, come piccolo gesto di gratitudine verso chi ci ha risparmiato sofferenze e distruzioni, storie raccontate con poche, incisive parole dal poeta Ungaretti in San Martino del Carso: «Di queste case / non è rimasto / che qualche / brandello di muro / di tanti / che mi corrispondevano / non è rimasto / neppure tanto / Ma nel cuore / nessuna croce manca / E’ il mio cuore / il paese più straziato». (Anna Ferrero)

Viaggio tra le parole

Apparentemente nella lingua italiana, accendere e spegnere trovano la loro pertinenza (cioè si adattano con determinate parole affini per significato) solamente con il fuoco. Tutte le altre cose che si possono accendere o spegnere sono frutto di metafora. Quindi si accendono e si spengono tutte le cose ... - LEGGI TUTTO

"Italia Italy" post

«Non vi è alcuna strada facile per la libertà». (Nelson Mandela, presidente del Sudafrica, 1918-2013)

Galleria degli Artisti

Grandi eventi

Sostieni «Italia Italy»




Powered by Joomla!®. Valid XHTML and CSS.