Company Logo

L'8 Marzo nella storia

L’8 marzo si celebra la Giornata della Donna, non propriamente una “festa della donna” ma una giornata di riflessione per ricordare le conquiste sociali, politiche ed economiche ma anche le discriminazioni e le violenze vissute dalle donne nel passato e anche oggi in tante parti del mondo. Si fa risalire la - LEGGI TUTTO

INCIPIT L'inizio di ...

Una donna

di Sibilla Aleramo

(Alessandria 1876-1960)

La mia fanciullezza fu libera e gagliarda. Risuscitarla nel ricordo, farla riscintillare dinanzi alla mia coscienza, è un vano sforzo. Rivedo la bambina ch’io ero a sei, a dieci anni, ma come se l’avessi sognata. Un sogno bello, che il menomo richiamo della realtà presente può far dileguare. Una musica, fors’anche: un’armonia delicata e vibrante, e una luce che l’avvolge, e la gioia ancora grande nel ricordo…

Accadde oggi ...

L'ITALIA NELLA STORIA

* 8 marzo 1946: finiti guerra e fascismo, si festeggia la Giornata della Donna offrendo per la prima volta le mimose

* 8 marzo 1964: negli scavi di Elea-Velia, Mario Napoli scopre la Porta Rosa con il più antico esempio italiano di arco a tutto sesto

Cara italia, ...

Pagina dopo pagina

Volti del Made in Italy

Brevi annunci gratuiti

Support «Italia Italy»

 

 

 

Sguardo rivolto alle stelle, Marica Branchesi è fra le dieci persone più influenti dell’anno, secondo la prestigiosa rivista scientifica internazionale «Nature». La scienziata italiana è docente e ricercatrice del Gran Sasso Science Institute (Gssi) e da anni collabora a livello internazionale con Ligo-Virgo per la rivelazione delle onde gravitazionali. Con il suo team Marica Branchesi è giunta a una scoperta epocale che lei stessa riassume con queste parole: «Per la prima volta abbiamo unito i colori della luce al ...

suono delle onde gravitazionali. Abbiamo osservato il primo segnale di onde gravitazionali dalla collisione di due stelle di neutroni, un segnale gamma, tutti i colori nel visibile, e un segnale radio». Una scoperta che ha portato alla nascita della nuova "astronomia a molti messaggeri" e la cui protagonista, purtroppo, nei media non ha lo spazio di piccoli e rissosi personaggi politici nostrani.

Nata nel 1977 a Urbino, Marica Branchesi ha frequentato il liceo scientifico e poi si è laureata in astronomia, rivolgendo i suoi studi e le sue ricerche verso i misteri dello spazio profondo. Nel 2012 la scienziata è stata invitata dal California Institute of Technology, ma l’anno dopo ha ottenuto quasi un milione di euro per poter portare avanti le sue ricerche dal Ministero dell’istruzione, che in questo caso ha saputo guardare lontano. Ha quindi deciso di continuare la sua ricerca tornando in Italia e ora lavora nei Laboratori nazionali del Gran Sasso dell'Istituto nazionale di Fisica Nucleare (Infn).

Nel 2017 «Nature» l’ha inserita fra le persone più influenti a livello scientifico, "ten people who mattered this year". Oltre che con Marica Branchesi, l’Italia della scienza è alla ribalta internazionale anche con l'Istituto nazionale di Fisica nucleare, che ha contribuito alla realizzazione dell'acceleratore Sesame, il primo costruito in Medio Oriente e il cui responsabile, Khaled Toukan, è stato anch’egli menzionato da «Nature». Nel 2018 la rivista americana «Time» ha inserito l’astrofisica italiana fra le 100 persone più influenti dell’anno. (Anna Ferrero)

 

Test 6 Letteratura '900

 

EXPLICIT La fine di ...

Piccole donne

di Louisa May Alcott

(Stati Uniti 1832-1888)

Joe era seduta sulla sua sedia preferita, con uno sguardo serio e tranquillo che le donava molto e Laurie, appoggiato alla spalliera, il suo mento vicino alla testa ricciuta, sorrideva con l’espressione più amichevole che li rifletteva insieme.

Il sipario cala così sul gruppo riunito: su Meg, Jo, Beth e Amy. Se si alzerà di nuovo dipenderà dalla accoglienza che riceverà il primo atto di questo dramma domestico, chiamato “Piccole donne”.

"Italia Italy" post

«I diritti delle donne sono una responsabilità di tutto il genere umano; lottare contro ogni forma di violenza nei confronti delle donne è un obbligo dell’umanità; il rafforzamento del potere di azione delle donne significa il progresso di tutta l’umanità». (Kofi Hannam, settimo segretario generale delle Nazioni Unite, Kumasi-Ghana 1938-2018)

Galleria degli Artisti

Grandi eventi

1 euro per 'Italia Italy'

 

 

 




Powered by Joomla!®. Valid XHTML and CSS.