Company Logo

Accadde oggi ...

L'ITALIA NELLA STORIA

* 28 settembre 1464: Corrado da Fogliano diventa governatore di Genova per gli Sforza di Milano.

* 28 settembre 1938: inizia la Conferenza di Monaco tra Italia, Germania, Francia e Gran Bretagna.

INCIPIT L'inizio di ...

Abitiamo la terra

di Vladimir Maksimov

(Russia 1930-1995)

Per il quinto giorno consecutivo le piogge scorazzano e frugano sul tetto della nostra tenda. E benché il concetto di giorno, in quest’angolo di mondo in cui luce e notte s’avvicendano ogni sei mesi, sia molto ma molto relativo, la cosa non mi consola affatto, anzi…

Euro e Schengen

L'Euro (€) è la valuta ufficiale di 19 dei 27 paesi membri dell'Unione Europea. Questi paesi costituiscono la cosiddetta area dell'euro (o eurozona): Austria, Belgio, Cipro, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, … - LEGGI TUTTO

Grandi eventi

Volti del Made in Italy

Brevi annunci gratuiti

Support «Italia Italy»

 

 

 

Svegliati, Italia. Il panorama di oggi ha troppi angoli oscuri. La crisi, la disoccupazione, le difficoltà dei singoli e delle famiglie, i troppi che si arrendono e i tanti senza sogni non giustificano lo sbandamento e la sfiducia, la mancanza di progetti e il vivere alla giornata, senza utopie e orizzonti verso i quali dirigere il proprio cammino.

Svegliati, Italia. Reagisci alla volgarità, alle voci fragorose di chi ritiene arcaico il linguaggio pulito, senza bestemmie e gratuite parolacce. Reagisci allo squallore di chi dà spazio e sostiene voci volgari, come in certi programmi radiofonici e televisivi, in nome dell’audience e degli affari ...

Svegliati, Italia. Reagisci alla illegalità, agli evasori fiscali che si spacciano per furbi e a quanti silenziosamente ne sono complici, a chi giustifica tutto in fondo solo per giustificare se stesso, a chi ritiene che il bene e il male siano intercambiabili.

Svegliati, Italia. Reagisci al razzismo segreto e serpeggiante di chi divide il mondo fra noi e gli altri, il bene di qua il male di là, noi portatori di valori loro solo una minaccia, noi il nord loro il sud, noi i bianchi loro i neri, noi i ricchi loro i poveri, noi i giovani loro i vecchi. Reagisci a chi alza steccati e sogna barriere, a chi non scorge inquietudini e fatiche anche negli occhi di tanti disperati. Reagisci a chi ricorda che ogni anno siamo invasi da decine di migliaia di immigrati e dimentica che decine di migliaia di italiani emigrano in altri paesi, anche questi come chi arriva da noi per costruirsi un futuro migliore.

Svegliati, Italia. Reagisci a chi vuole difendere la nostra identità senza conoscere il mondo che vuole difendere.

Svegliati, Italia. Reagisci a chi non scorge più il bello che lo circonda, a chi non apprezza il mondo meraviglioso in cui gli è capitato di nascere e vivere. Reagisci a chi non ama più leggere, fermarsi davanti a un’opera d’arte, contemplare un paesaggio, a chi s’incanta di fronte all’ultimo iPhone e non più davanti a un tramonto o a un bambino.

Svegliati, Italia. Reagisci a chi ha smarrito il senso della solidarietà, a chi guarda quelli che stanno avanti e non si gira indietro a vedere i tanti che faticano per cavarsela o si arrendono.

Svegliati, Italia. Reagisci a chi per giustificare scelte discutibili o ambigue dice sempre che all’estero si fa così, senza prove o una reale documentazione, dimenticando che l’estero è il mondo e il mondo per certi aspetti è migliore, per altri è peggiore del nostro Paese.

Svegliati, Italia. Reagisci a chi usa sciattamente la tua lingua, la quarta più studiata al mondo per la sua sonorità e poeticità, per la grande tradizione, la moda e il fascino del made in Italy, per la musica e la lirica, per la letteratura e la cucina.

Svegliati, Italia. Reagisci a chi urla o ama la rissa per affermare le proprie ragioni, a chi non ascolta e continua a parlarsi addosso, a chi parla molto e non dice nulla.

Svegliati, Italia. Dai spazio alle voci lievi che si battono per costruire, a chi dà senza presentare subito il conto, al silenzio della foresta che cresce più che al frastuono dell’albero che cade.

Svegliati, Italia. Riprendi il tuo viaggio. Sei un paese meraviglioso, non hai il diritto della rassegnazione.

Svegliati, magica Italia. (F.d'A.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

"Italia Italy" post

«Facciamo più quello che è giusto, invece di quello che ci conviene. Educhiamo i figli ad essere onesti, non furbi». (Tiziano Terzani, giornalista e scrittore, Firenze 1938-2004)

EXPLICIT La fine di ...

La roba

di Giovanni Verga

(Vizzini-Catania 1840-1922)

… Sicché quando gli dissero che era tempo di lasciare la sua roba per pensare all’anima, uscì nel cortile come un pazzo, barcollando, e andava ammazzando a colpi di bastone le sue anitre e i suoi tacchini, e strillava: - Roba mia, vientene con me!

«Italiani» senza Italia

Non c’era ancora l’Italia, ma c’erano gli italiani. Nel Decameron di Giovanni Boccaccio (1313-1375) per la prima volta si parla esplicitamente di italiani, nella nona novella della seconda giornata. L’allegra brigata, che si era allontanata dalla città per sfuggire alla grande peste del Trecento ... - LEGGI TUTTO

Galleria degli Artisti

Test 5 Storia del '900

 

1 euro per 'Italia Italy'

 

 

 




Powered by Joomla!®. Valid XHTML and CSS.