Company Logo

Volti del Made in Italy

Pagina dopo pagina

“Europa è il nostro futuro” è il titolo di un documento della Conferenza delle chiese europee (Kek) e dalla Commissione delle chiese per i migranti in Europa (Ccme) in vista delle elezioni europee di maggio. Nell’intervento delle Chiese non mancano domande concrete da rivolgere ai candidati alle europee. Le tematiche spaziano dai valori fondanti della UE e su come implementarli, alle questioni dell’accoglienza dei migranti e delle politiche di sviluppo, fino alle politiche sociali, economiche e del lavoro, senza dimenticare la lotta al razzismo e alle discriminazioni di genere, come ...

anche la tutela dell’ambiente: un’utile traccia per districarsi tra le sfide poste oggi al vecchio continente.

Unione Europea, il nostro futuro 

«Le elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo sono particolarmente significative perché, attraverso il voto diretto, i cittadini dell’Unione Europea eleggeranno i deputati europei che daranno forma alla vita nell’Unione per un quinquennio... e oltre. Attraverso la partecipazione alla democrazia, alziamo le nostre speranze per un'Europa migliore e un futuro migliore. L'Unione Europea si impegna alla giustizia, alla pace, alla solidarietà e alla dignità umana. Le chiese condividono questi valori e credono che gli aspetti economici, sociali, spirituali ed ecologici della nostra vita sono intrecciati e non possano essere affrontati isolatamente. Le preoccupazioni condivise collegano le nostre vite. La crisi ecologica globale, le lotte economiche e la disoccupazione, l'arrivo dei rifugiati e il crescente nazionalismo rimodellano radicalmente la vita in Europa oggi. Le questioni più urgenti per le chiese in Europa comprendono la migrazione e l'asilo, il cambiamento climatico e lo sviluppo sostenibile, il modello sociale europeo e il futuro del lavoro, la governance economica, i diritti umani e la libertà religiosa e il ruolo di Europa nel mondo.
.
L’Unione Europea: un’area di valori condivisi
La dignità umana, la giustizia, la libertà, la pace e la riconciliazione, la tolleranza e la solidarietà sono valori fondamentali al centro del progetto europeo. Le chiese sono impegnate a lavorare per un'Europa migliore e a sostenere il progetto europeo al fine di perseguire valori condivisi e il bene comune. Cerchiamo di costruire ponti, superare divisioni storiche e accrescere il senso di responsabilità verso il mondo. Di fronte al conflitto, siamo chiamati ad agire come agenti di riconciliazione e a combattere l'oppressione.


Il futuro dell’Unione Europea
L'Unione Europea è stata costruita come una comunità di valori condivisi fin dalla sua nascita. Questa visione è ulteriormente sancita nei primi articoli del trattato sul funzionamento dell'Unione Europea. L'ideale di valori comuni, tuttavia, è stato recentemente sotto pressione crescente. Il pericolo del populismo e dell'estremismo politico ha raggiunto livelli senza precedenti nella storia moderna dell'Unione Europea. E’ tuttavia un compito costante dell'Unione non ritirarsi dalla responsabilità di mantenere vivo l'ideale dei valori condivisi.


Migrazioni, rifugiati e asilo
Oggi le migrazioni sono una parte importante della vita nel continente. I cittadini europei si muovono in tutta Europa, mentre migranti e rifugiati provenienti da altri paesi arrivano a costruire nuove vite in una casa europea. Anche se ci sono sfide, i migranti contribuiscono al benessere economico dell'Europa e arricchiscono le sue società già diverse.


Modello sociale europeo e il futuro del lavoro
Le chiese sostengono che le persone vadano poste al centro delle questioni lavorative e occupazionali attraverso condizioni di lavoro eque, protezione sociale e inclusione. Il lavoro non riguarda solo il benessere materiale, ma anche l'opportunità di prosperare, di servire la società e di prendersi cura del creato. Il lavoro, insieme al lavoro in casa e agli impegni volontari, dovrebbe consentire alle persone di partecipare alla società al massimo secondo i loro desideri e abilità.


Governance economica europea
L'Unione Europea cerca di accrescere la qualità della vita dei suoi cittadini. Le chiese sono sempre più preoccupate di come lo sviluppo economico e i limiti ecologici del nostro pianeta siano legati. Una governance economica efficace deve operare secondo questa prospettiva e muoversi sempre verso un'Unione attenta al mondo naturale che ci sostiene e rende possibili tutte le cose.
L'Unione Europea è il più grande fornitore di aiuti allo sviluppo al mondo. Tuttavia, gli aiuti finanziari da soli non elimineranno la povertà globale né risolveranno le crisi che la perpetuano.


Un’Europa più equa e inclusiva
Le Chiese sostengono la promozione e la tutela dei diritti umani ai più alti standard in Europa e oltre i suoi confini. Dedichiamo attenzione a una serie di questioni specifiche, tra cui la libertà di religione o di credo, la legislazione contro la discriminazione e lo sviluppo di risorse per la formazione e l'educazione ai diritti umani».

Galleria degli Artisti

Grandi eventi

Cara italia, ...

Brevi annunci gratuiti




Powered by Joomla!®. Valid XHTML and CSS.