Company Logo

Petrarca, ‘Italia mia’

Francesco Petrarca dedica all’Italia il componimento CXXVIII del Canzoniere, Italia mia, benché 'l parlar sia indarno. La canzone viene composta probabilmente tra la fine del 1344 e il 1345, mentre il poeta si trova a Parma e si svolge una guerra per la conquista della città tra Gonzaga e Visconti da una parte ... - LEGGI TUTTO

INCIPIT L'inizio di ...

Le notti bianche

di Fëdor Dostoevskij

(Russia 1821-1881)

Era una notte incantevole, una di quelle notti che succedono solo se si è giovani, gentile lettore. Il cielo era stellato, sfavillante, tanto che, dopo averlo contemplato, ci si chiedeva involontariamente se sotto un cielo simile potessero vivere uomini irascibili e irosi. Gentile lettore, anche questa è una domanda proprio da giovani, molto da giovani, ma che il Signore la ispiri più spesso all’anima!...

Accadde oggi ...

L'ITALIA NELLA STORIA

* 13 aprile 1848: il Parlamento siciliano decreta la decadenza dal trono dell'isola dei Borbone delle Due Sicilie

* 14 aprile 1928: da Milano parte per il Polo Nord il dirigibile Italia, guidato da Umberto Nobile

Cara italia, ...

Pagina dopo pagina

Volti del Made in Italy

Brevi annunci gratuiti

Support «Italia Italy»

 

 

 

La Repubblica Ceca invita a scoprire un aspetto unico del Barocco, il movimento artistico e culturale che ha saputo ingentilire non solo palazzi e città, ma anche oasi verdi e campagne. Ridondanza, ricchezza, profusione ed eleganza contagiano le architetture del verde e gli edifici rurali. Dalle città alle periferie niente è banale, a partire da parchi e giardini che esplodono in veri e propri capolavori. Che, con i loro angoli romantici, arrivano dritti ...

al cuore.

I Giardini di Vrtba nel cuore di Praga

Uno dei più bei giardini barocchi di Praga è il Giardino di Vrtba, nel Piccolo Quartiere (Malá Strana). In questo giardino terrazzato all’italiana – parte della tenuta barocca della famiglia Vrtba - un loggiato (la “sala terrena”) attraversato dal sole si affaccia sul primo livello e svela affreschi ben conservati, nonché una elegante voliera per uccelli. Le singole terrazze sono collegate da una scalinata fiancheggiata da statue del famoso scultore barocco Matthias Bernard Braun. Il giardino –disteso sulle pendici della collina di Petřín, meta prediletta dai praghesi per pic-nic estivi al cospetto della Torre panoramica- è aperto tutti i giorni da aprile a ottobre, dalle 10 alle 18.

Il Giardino di Wallenstein nel Piccolo Quartiere (Malá Strana)

Poco lontano, sempre nella cornice unica di Mala Strana, ecco anche il Giardino di Wallenstein, del primo barocco boemo. Il secondo più grande giardino di Praga fa parte del Palazzo di Wallenstein, sede del Senato della Repubblica Ceca. I visitatori sono subito attratti dalla cosiddetta “sala terrena” (una monumentale loggia), dal grande stagno con una statua di Ercole e dalla grotta artificiale con stalattiti. Grande attrazione del parco sono poi i pavoni, che passeggiano liberamente nel giardino facendo bella mostra delle loro splendide penne. Il giardino è aperto al pubblico nei giorni feriali da aprile a ottobre e di tanto in tanto vi si tengono anche concerti o spettacoli teatrali.

Il Castello di Troja a Praga

Nel quartiere praghese di Troja, si trova un famoso castello barocco con ampi giardini del XVII secolo. La passeggiata nel parco è animata da un labirinto naturale, da fontane, da vasche e dalla grande scala raffigurante la Gigantomachia (la vittoria degli dei dell’Olimpo sui Titani). I giardini del castello sono aperti al pubblico e, pagando un supplemento, è possibile visitare anche gli interni del maniero, che ospitano tra l’altro una mostra di collezioni della Galleria di Praga. Il castello si trova nei pressi dello Zoo di Praga e dell’orto botanico, è quindi consigliato un tour di tutte queste attrazioni green.

I Giardini del Palazzo arcivescovile a Kroměříž

La città di Kroměříž si trova nella regione di Zlín, nella Moravia orientale. I Giardini del Palazzo arcivescovile sono tra i più importanti del mondo e, insieme al palazzo, sono iscritti nella Lista del patrimonio culturale mondiale dell’UNESCO. Oggi, il più grande dei giardini, chiamato Podzámecká (Sotto il Palazzo), è in realtà un vero e proprio parco. Il giardino fiorito (Květná) è invece unico per le influenze del tardo rinascimento italiano e del primo barocco francese. Si può ripararsi dal sole sotto il fresco porticato, accettare la sfida del labirinto, godere di capolavori realizzati con aiuole fiorite e siepi potate ad arte e lasciarsi affascinare da infinite altre sorprese nascoste nel verde.

Il Giardino del Castello a Český Krumlov

Český Krumlov, gioiello della Boemia meridionale, è meta turistica molto apprezzata per l’atmosfera medievale che ha conservato. Il centro storico della città è iscritto nella Lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO. Il castello locale è rinomato soprattutto per il suo splendido giardino, realizzato nel XVII secolo e particolarmente romantico. Da non perdere la fontana di Nettuno ornata di statue, le siepi ornamentali e il padiglione rococò Bellaria collegato a un auditorio girevole. (CzechTourism)

Il futuro è l’Europa

Libertà, stato di diritto, democrazia, uguaglianza, solidarietà, rispetto della dignità umana: sono questi i valori fondamentali alla base delle libere scelte che hanno portato all’Unione Europea, riproposti dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel messaggio in occasione della 44esima edizione del Forum ... - LEGGI TUTTO

EXPLICIT La fine di ...

Storia di una capinera

di Giovanni Verga

(Vizzini-Catania 1840-1922)

Devo anche aggiungere, a lode della madre abbadessa e di tutta la comunità, e a conforto di tutti coloro che l’amarono in vita, che le sue esequie commoventissime. Più di trenta messe furono celebrate a tutti gli altari della chiesa e al De profundis ardevano più di cento candele. Mi raccomandi al Signore nelle sue orazioni, e mi creda con stima: Sua devotissima serva, Suor Filomena.

"Italia Italy" post

«Non esiste opera più nobile che sottrarre un uomo alla morte, ma le opere d’arte sono ciò che rende l’uomo immortale. Il loro valore simbolico trascende le polemiche, le fazioni e i ragionamenti mondani per parlare direttamente ai cuori. Il Rinascimento fu un’epoca di intrighi e massacri che mise l’uomo al centro, spesso per accopparlo. Eppure noi posteri lo ricordiamo tanto per l’efferatezza dei suoi crimini, quanto, se non di più, per la meraviglia delle sue opere». (Massimo Gramellini, giornalista e scrittore, Torino 1960-*)

Galleria degli Artisti

Grandi eventi

Test 5 Storia del '900

 

1 euro per 'Italia Italy'

 

 

 




Powered by Joomla!®. Valid XHTML and CSS.