Company Logo

40 opere di 40 donne

Eco internazionale per Elena Ferrante con la sua proposta di 40 libri scritti da 40 donne. La misteriosa autrice de L’amica geniale, che oltre alla celebre quadrilogia ha pubblicato altri romanzi quali I giorni dell’abbandono, La frantumaglia, L’amore molesto, L’invenzione occasionale, … - LEGGI TUTTO

Accadde oggi ...

L'ITALIA NELLA STORIA

* 2 dicembre 1338: la città di Treviso viene annessa alla Repubblica di Venezia.

* 2 dicembre 1942: «Il navigatore italiano è sbarcato nel nuovo mondo»: con questo messaggio in codice il presidente americano Roosevelt annuncia che Enrico Fermi ha dato il via alla prima reazione nucleare a catena auto-sostenuta.

* 2 dicembre 1943: bombardamento del porto di Bari da parte della Luftwaffe tedesca con danneggiamento di cargo e navi da trasporto.

INCIPIT L'inizio di ...

Il taglio del bosco

di Carlo Cassola

(Roma 1917-1987)

Mia madre si affacciò alla finestra: «Chi è?». Riconoscendo la mia voce, ebbe un’esclamazione quasi di spavento. Poi li sentii parlare tra loro: «È lui» dicevano.

Scesero insieme ad aprirmi. Mia madre s’era gettato uno scialle addosso; mio padre aveva infilato i calzoni sulla camicia da notte. Restammo a parlare per le scale.

«Come state?» domandai.

« non c’è male», rispose mia madre «babbo ha avuto una bronchitella; è stato a letto un paio di giorni; ma ora si è rimesso…

Grandi eventi

Cara italia, ...

Pagina dopo pagina

Volti del Made in Italy

Brevi annunci gratuiti

Support «Italia Italy»

 

 

 

La passione per il mare ha un appuntamento importante con la Barcolana, la storica regata velica internazionale che si svolge nel golfo di Trieste la seconda di ottobre. Alle 10.30 il tradizionale colpo di cannone dà il via alle gare della Coppa d’Autunno e sulla stessa linea di partenza solitamente ci sono oltre 2000 barche con appassionati di vela e grandi campioni, piccole imbarcazioni di famiglia e scafi ad alta tecnologia. «Nell'immaginario collettivo - spiegano gli organizzatori - la Barcolana rappresenta e …

interpreta l'anima marinara di Trieste, quella che, nei suoi sedimenti più profondi, vibra sospesa tra nostalgia e speranza quando si dice mare, quando si dice barca, quando si dice porto».

La Barcolana è la manifestazione più affollata che si svolge nel Mediterraneo. Coinvolge tutta Trieste, anche per i riflessi turistici, e il merito del successo è della Società Velica di Barcola e Grignano che nel lontano 1968 ha saputo vedere lontano e presagire che la “regata di tutti” era la formula perfetta per la coinvolgente manifestazione triestina.  Fu così che il gruppo di innamorati del mare e della vela pensò di organizzare una regata dove a sfidarsi fossero tutte le barche del golfo.

La prima edizione della Barcolana risale al 1969, quando parteciparono 51 barche a vela e la vittoria della Coppa d’Autunno andò al comandante Piero Napp, della Società Triestina della Vela, a bordo del suo Betelgeuse. La lunga storia della regata velica ha visto la presenza di campioni mondiali e medaglie olimpiche, di big e semplici appassionati del mare. Negli anni Ottanta, quando l’Italia fu presente orgogliosamente nel mondo della vela e intervenne alla Coppa America, crebbe la dimensione internazionale, arrivarono gli sponsor e anche il leggendario Moro di Venezia. Negli anni Novanta si sviluppò la “saga dei lignanesi” con Battiston e poi giunse la sfida della Slovenia con Mitja Kosmina e il Marina di Capodistria che nel 1995 tenne a battesimo Gaia Legend, con innovazioni tecniche sviluppate poi a Rimini.

Dopo il 2000 a Trieste si è svolta la straordinaria avventura di Cometa, seguita dai successi del neozelandese Neville Crichton con i trenta metri di Alfa Romeo. E' stata poi la volta dei big di Coppa America con gli RC44 e nel 2008, dopo aver solcato molti mari, arrivò anche Shosholoza, il team di Coppa America del comandante Sarno, con Tommaso Chieffi e Paolo Cian. Il 2012 è stato l’anno della grande bonaccia, che ha lasciando “al palo”, in mezzo al golfo, quasi tutta la flotta. Il 2013 è stato l’anno anche della malinconia per la tragedia degli immigrati naufragati prima dell’arrivo a Lampedusa. Poi, di anno in anno, è continuata con sempre maggiore intensità e oggi rappresenta un'avventura, una speranza, un sogno.

Alla Barcolana sono intervenuti i nomi più famosi dell’orizzonte velico da Gabriele Benussi, a Lorenzo Bressani, a Vasco Vascotto, a Zvonimir Boban velista ed ex calciatore del Milan, a Giovanni Soldini  che ha proposto al mondo della vela progetto solidale e iniziative per le persone fragili, a Jochen Schuemann vincitore di tre ori olimpici, a Francesco De Angelis skipper di Luna rossa all’edizione di Valencia di Coppa America. Il campione di Coppa America Russell Coutts, al termine della sua prima Barcolana a bordo del RC44, ha esclamato: «Mai vista una cosa simile. Che festival!». La Barcolana è soprattutto una grande festa del mare, dove i risultati sportivi contano poco e importante davvero è partecipare a un grande evento, fra sogni e nostalgie. (F.d’A.)

Lotta all’evasione

L’illegalità preoccupa e getta ombre sul presente e anche sul futuro. Suscitano profonde inquietudini le violenze delle cronache quotidiane, le minacce del terrorismo, la corruzione spesso intrecciata alla politica, i furti nelle abitazioni, le cronache di piccola e grande criminalità. E suscitano preoccupazioni ... - LEGGI TUTTO

"Italia Italy" post

«Il popolo italiano ama i suoi Santi e i suoi eroi in un modo molto particolare. Ai suoi occhi un Santo e un eroe sono la stessa cosa. Non vi è per lui nessuna differenza fra San Francesco d'Assisi e Garibaldi. […]. Ama San Rocco perché non temeva di toccare con le sue mani bianche gli orrendi bubboni neri degli appestati, e ama Garibaldi perché era bello, biondo, vestiva una camicia rossa e sui campi di battaglia guidava a cavallo, un cavallo tutto bianco, le sue schiere di giovani biondi, belli, buoni, vestiti di camicie rosse». (Curzio Malaparte, scrittore, Prato 1898-1957)

EXPLICIT La fine di ...

Povera gente

di Fëdor Dostoevskij

(Russia 1821-1881)

Vedete, come è possibile che cos’, all’improvviso, sia proprio l’ultima lettera! Ma io, io vi scriverò, ed anche voi mi scriverete… E poi il mio stile adesso si sta formando… Ah, mia carissima, altro che stile! Vedete, ecco, ora non so nemmeno più quello che scrivo, non lo so affatto, non so nulla e non rileggo nulla, e non aggiusto lo stile, ma scrivo solamente per scrivere, solamente per scrivervi un po’ di più… Piccola mia, mia cara, mia carissima!

Galleria degli Artisti

Test 7 Storia del '900

 

1 euro per 'Italia Italy'

 

 

 



 


Powered by Joomla!®. Valid XHTML and CSS.